Per l’intervento di speciali Analisi, Prove e Ricerche Tessili in merito alle conformità, a supporto di consulenze tecniche peritali, in via preventiva e stragiudiziale prima di azioni legali o prima di mettere in commercio un prodotto, lo Studio Fabrizio Fava si affida a laboratori accreditati.

I nostri laboratori ausiliari, attraverso un’equipe di tecnici altamente qualificati e costantemente aggiornati, sono in grado di evadere la totalità dei test in accordo con i parametri standard internazionali per fibre, filati, tessuti, tessuti non tessuti, tessuti tecnici, pelle, cuoio, prodotti di pelletterie, calzature, capi confezionati e accessori per abbigliamento:

Analisi su Fibre, Filati, Tessuti e Capi Confezionati

app_1

Si effettuano prove fisiche-meccaniche, determinazioni della solidità del colore, chimiche ed eco-tossicologiche, e tutti quei test per garantire qualità e durata al prodotto insieme ad analisi tecniche preposte per determinare ed individuare qualitativamente e quantitativamente la natura delle fibre presenti negli articoli tessili come richiesto dal regolamento UE n.1007/2011 per l’etichettatura di composizione e la restrizione delle sostanze chimiche come imposto dal regolamento REACH.

PROVE FISICO-MECCANICHE

  • Resistenza a Rottura e allungamento a Trazione – UNI EN 13522
  • Determinazioni delle caratteristiche della pezza. Metodi per la determinazione della lunghezza, larghezza e massa netta – UNI EN ISO 2286-1
  • Determinazioni delle caratteristiche della pezza. Metodi per la determinazione della massa totale per unità di area, della massa per unità di area del rivestimento e della massa per unità di area del substrato – UNI EN ISO 2286-2
  • Determinazioni delle caratteristiche della pezza. Metodo per la determinazione dello spessore – UNI EN ISO 2286-3
  • Determinazione della resistenza al danneggiamento per flessioni ripetute – UNI EN ISO 7854
  • Determinazione dello spessore dei tessili e dei prodotti tessili – UNI EN ISO 5084
  • Determinazione dell’adesione del rivestimento – prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 2411
  • Determinazione dell’adesione del rivestimento – prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 2411
  • Determinazione dell’adesione del rivestimento – prova a SECCO o prova ad UMIDO – GB/T 532
  • Determinazione dell’adesione del rivestimento – prova a SECCO + prova ad UMIDO – GB/T 532
  • Resistenza alla flessione prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN 13512
  • Resistenza alla flessione prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN 13512
  • Determinazione della massa per unità di lunghezza (titolo) di un filo estratto da tessuto – UNI 9275
  • Determinazione del numero di fili per unità di lunghezza – UNI EN 1049-2
  • Determinazione della forza massima di rottura delle cuciture con il metodo della striscia – UNI EN ISO 13935-1
  • Determinazione della forza massima di rottura delle cuciture con il metodo grab – UNI EN ISO 13935-2
  • Determinazione della resistenza allo scorrimento dei fili in corrispondenza della cucitura nei tessuti ortogonali. Parte 1: metodo dell’apertura determinata della cucitura – UNI EN ISO 13936-1
  • Determinazione della forza di lacerazione mediante il pendolo del pendolo balistico (Elmendorf) – UNI EN ISO 13937-1
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288, UNI EN 13335
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288, UNI EN 13335
  • Attitudine al montaggio – UNI EN ISO 17693
  • Resistenza alla lacerazione – UNI EN 13571
  • Determinazione della resistenza alla lacerazione. Parte 1: metodi a velocità costante di lacerazione – UNI EN ISO 4674-1
  • Determinazione della resistenza alla cucitura dei cuoi leggeri – UNI 10606
  • Forza di cucitura – UNI EN 13572-A
  • Forza di cucitura – ISO 17697-A
  • Determinazione della resistenza all’abrasione dei tessuti con il metodo MARTINDALE. Determinazione del deterioramento della provetta + Valutazione del cambiamento di aspetto prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 12947-2, UNI EN ISO 12947-4
  • Determinazione della resistenza all’abrasione dei tessuti con il metodo MARTINDALE. Determinazione del deterioramento della provetta + Valutazione del cambiamento di aspetto prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 12947-2, UNI EN ISO 12947-4
  • Determinazione della tendenza dei tessuti alla formazione di pelosità superficiale e di palline di fibre (pilling) – Metodo Martindale modificato – UNI EN ISO 12945-2
  • Determinazione della massa areica impiegando piccoli campioni – UNI EN 12127
  • Determinazione della massa areica – UNI 5114
  • Determinazione della resistenza a rottura e all’allungamento a rottura – UNI EN ISO 1421
  • Determinazione della forza massima e dell’allungamento alla forza massima con il metodo della striscia – UNI EN ISO 13934-1

PROVE DI SOLIDITA’ DEL COLORE

  • Solidità del colore alla goccia d’acqua – UNI EN ISO 105-E07
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile – lato FIORE/DRITTO o lato CARNE/ROVESCIO – UNI EN ISO 105-X10
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile – lato FIORE/DRITTO + lato CARNE/ROVESCIO – UNI EN ISO 105-X10
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile – lato FIORE/DRITTO o lato CARNE/ROVESCIO_ in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 105-X10
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile – lato FIORE/DRITTO + lato CARNE/ROVESCIO_ in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 105-X10
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO o prova ad UMIDO – GB/T 3920
  • Solidità del colore allo sfregamento prova con SUDORE SINTETICO – GB/T 3920
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova ad UMIDO – GB/T 3920
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – GB/T 3920
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – GB/T 3920
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – GB/T 3920
  • Solidità del colore alla luce. Luce al giorno – UNI EN ISO 105-B01
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) fino a 72 ore – UNI EN ISO 105-B02
  • Solidità del colore e invecchiamento alla luce artificiale ad alta temperatura – Lampada ad arco allo xeno – UNI EN ISO 105-B06
  • Solidità del colore alla luce – AATTCC 16
  • Resistenza alla perspirazione – UNI EN 12801
  • Solidità del colore alla sudore – UNI EN ISO 105-E04
  • Solidità del colore all’acqua – UNI EN ISO 105-E01
  • Solidità del colore all’acqua di mare – UNI EN ISO 105-E02
  • Solidità del colore all’acqua clorata (acqua di piscina) – UNI EN ISO 105-E03
  • Solidità del colore al sudore – GB/T 3922
  • Solidità del colore all’acqua – GB/T 5713
  • Solidità del colore alla saliva – GB/T 18886
  • Determinazione della resistenza alla Bagnatura Superficiale (prova dello Spruzzo) – UNI EN ISO 4920
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato con calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) con calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato (valutazione dell’appiccicosità tra materiali) fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato (valutazione dell’appiccicosità tra materiali) fino a 168h (7gg) – UNI EN ISO 17228
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido mediante calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Valutazione del potenziale ingiallimento fenolico dei materiali – UNI EN ISO 105-X18
  • Solidità del colore al lavaggio domestico e commerciale – UNI EN ISO 105-C06
  • Solidità del colore al lavaggio a secco utilizzando solvente percloroetilene – UNI EN ISO 105-D01

PROVE CHIMICHE ed ECO-TOSSICOLOGICHE

  • Determinazione del pH dell’estratto acquoso – EN ISO 3071
  • Determinazione delle sostanze solubili in diclorometano e del contenuto degli acidi grassi liberi – UNI EN ISO 4048
  • Determinazione della formaldeide – JIS L 104
  • Determinazione della Formaldeide. Parte 1: formaldeide libera e idrolizzata (metodo per estrazione acquosa) – UNI EN ISO 14184-1
  • Metodo per la determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da coloranti Azoici. Parte 1: rilevamento dell’utilizzo di particolari coloranti azoici individuabili con o senza estrazione – UNI EN 14362-1
  • Metodo per la determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da coloranti Azoici. Parte 3: rilevamento dell’utilizzo di particolari coloranti azoici che possono rilasciare 4 amminoazobenzene – UNI EN 14362-3
  • Rilevazione e determinazione del pentaclorofenolo nei prodotti di consumo – BVL B 82.02-8
  • Determinazione del contenuto di Pentaclorofenolo – UNI EN ISO 17070
  • Determinazione del contenuto del triclofenolo, tetraclorofenolo, pentaclorofenolo (PCP, TeCP, TCP) – UNI EN ISO 17070
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di metallo – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di Piombo e Cadmio – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione totale di Piombo in prodotti in metallo per bambini (compresi i monili) – CPSC-CH-E1001-08.1
  • Determinazione del Piombo nelle vernici e rivestimenti simili – CPSC-CH-E1003-09.1
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di metalli – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di Piombo e Cadmio – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Determinazione del contenuto di alcuni metalli concianti su ESTRATTO ACQUOSO – UNI 10888
  • Determinazione del contenuto di metalli. Parte 1: metalli estraibili – UNI EN ISO 17072-1
  • Migrazione di alcuni elementi. Determinazione di metalli pesanti – UNI EN 71-3
  • Metodo di prova per gli ftalati. Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI EN 15777 (UNI EN ISO 14389)
  • Determinazione di ftalati in materiali per calzatura: Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI CEN ISO TS 16181
  • Determinazione dei composti organo stannici in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16179
  • Determinazione del conservante contenuto in pelle: (2-cianometiltio) -benzotiazolo (TCTMB); 4- cloro-3-metilfenolo (CMK); 2-fenilfenolo (OPP); 2-octilisotiazolone (OIT) – UNI EN ISO 13365
  • Determinazione quantitativa di Dimetilfumarato (DMFu) in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16186
  • Determinazione quantitativa di Dimetilformammide (DMFo) in materiale per calzature – ISO TS 16189
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 1: metodo diretto, APEO (NPEO nonil fenolo etossilato, OPEO octilfenolo etossilato) – ISO DIS 18218-1
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 2: metodo indiretto AP (4- nonilfenolo, 4-terzoctilfenolo), APEO (nonil fenolo etossilato, octilfenolo etossilato) – ISO DIS 18218-2
  • Determinazione della concentrazione di fenolo in materiali per calzatura – CEN/TC 309 WG 2N 285
  • Determinazione di idrocarburi clorurati nella pelle. Metodo cromatografico per paraffine clorurate a catena corta (SCCP). Cloro alcani (C10-C13) – ISO DIS 18219
  • Determinazione quantitativa di idrocarburi policiclici aromatici (PAH) nei componenti per calzatura – UNI CEN ISO TS 16190
  • Determinazione dei coloranti dispersi – DIN 54231
Analisi su Cuoio e Pelli

app_1In conformità agli obblighi di dichiarazione in etichetta e la restrizione delle sostanze chimiche come imposto dal regolamento REACH, anche per il cuoio e per la pelle, materie prime che andranno a realizzare prodotti per il settore moda-abbigliamento e accessori (borse, cinture, portafogli, piccola pelletteria…), vengono eseguite, attraverso parametri standard, prove fisico-meccaniche (abrasioni, strofinio, flessioni,..), di verifica solidità colore (luce, perspirazione, acqua, migrazione su PVC,..) e prove chimiche (cromo esavalente, coloranti azoici, metalli pesanti, formaldeide…)

PROVE FISICO-MECCANICHE

  • Determinazione dello Spessore – UNI EN ISO 2589
  • Determinazione dello spessore della rifinizione – UNI EN ISO 17186
  • Determinazione della deformabilità – UNI EN ISO 17236
  • Determinazione dell’estensione – UNI 8427
  • Determinazione della contrazione superficiale media dopo immersione in acqua bollente – UNI 8435
  • Determinazione della variazione dimensionale – ISO 17130
  • Misurazione della superficie – UNI EN ISO 11646
  • Identificazione del cuoio con il microscopio – UNI EN ISO 17131
  • Determinazione della Resistenza alla Trazione e allungamento Percentuale – UNI EN ISO 3376
  • Determinazione del carico di Strappo – Parte 1: strappo singolo – UNI EN ISO 3377-1
  • Determinazione del carico di Strappo – Parte 2: strappo su due bordi – UNI EN ISO 3377-2
  • Determinazione della resistenza a trazione del fiore di un cuoio (metodo della biglia) – ISO 3379: 1976, UNI 11308
  • Determinazione della resistenza alla screpolatura del fiore e dell’indice di screpolatura del fiore – UNI EN ISO 3378
  • Determinazione della resistenza all’acqua del cuoio leggero – Parte 1: Compressione lineare ripetuta (penetrometro) – UNI EN ISO 5403-1
  • Determinazione della resistenza all’acqua del cuoio leggero – Parte 2: Compressione angolare ripetuta (Mooser) – UNI EN ISO 5403-2
  • Determinazione della restistenza all’acqua dei cuoi pesanti – UNI EN ISO 5404
  • Determinazione dell’assorbimento statico dell’acqua – UNI EN ISO 2417
  • Determinazione della permeabilità al vapore acqueo – UNI EN ISO 14268
  • Determinazione dell’idrorepellenza del cuoio per abbigliamento – UNI EN 14340
  • Determinazione della resistenza a flessione – Parte 1: Metodo con flessometro. Prova a SECCO o a UMIDO – UNI EN ISO 5402-1
  • Determinazione della resistenza a flessione – Parte 1: Metodo con flessometro. Prova a SECCO + Prova a UMIDO – UNI EN ISO 5402-1:
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288
  • Determinazione della forza di piegatura – UNI EN ISO 14087
  • Determinazione della massa volumica apparente – UNI EN ISO 2420:
  • Determinazione della resistenza alla cucitura dei cuoi leggeri – UNI 10606
  • Forza di cucitura – UNI EN 13572-A
  • Forza di cucitura – ISO 17697-A
  • Misurazione della resistenza allo strappo al punto di cucitura – UNI EN ISO 23910
  • Determinazione della resistenza all’abrasione. Parte 1: metodo Taber – UNI EN ISO 17076-1
  • Resistenza all’abrasione MARTINDALE prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN 13520
  • Resistenza all’abrasione MARTINDALE prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN 13520
  • Resistenza all’abrasione prova a SECCO o prova ad UMIDO – ISO 17704
  • Resistenza all’abrasione prova a SECCO + prova ad UMIDO – ISO 17704
  • Resistenza all’abrasione prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 20344
  • Resistenza all’abrasione prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 20344
  • Determinazione della resistenza all’abrasione: Parte 2: metodo MARTINDALE con piastra a sfere metalliche – UNI EN ISO 17076-2
  • Determinazione di sporco – Parte 1: Metodo di sfregamento (Martindale) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 26082-1
  • Determinazione di sporco – Parte 1: Metodo di sfregamento (Martindale) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 26082-1
  • Determinazione di sporco – Parte 2: Metodo TUMBLING prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 26082-2
  • Determinazione di sporco – Parte 2: Metodo TUMBLING prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 26082-2
  • Prova per l’adesione delle rifinizioni prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 11644
  • Prova per l’adesione delle rifinizioni prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 11644
  • Prova per l’adesione delle rifinizioni – “TAPE TEST” secondo specifiche del Cliente (es. Coach) prova a SECCO – UNI EN ISO 11644
  • Determinazione della deformazione (bagginess), della deformabilità sotto carico o dell’allentamento – UNI CEN/TS 14689
  • Determinazione della stabilità dimensionale – UNI 8481
  • Determinazione della resistenza al calore del cuoio verniciato (Thermosetting) prova a 100°C o prova a 125°C – UNI EN ISO 17232-A
  • Determinazione della resistenza al calore del cuoio verniciato (Thermosetting) prova a 100°C + prova a 125°C – UNI EN ISO 17232-A
  • Determinazione della temperatura di contrazione (gelatizzazione) fino a 100°C – UNI EN ISO 3380
  • Metodo per la determinazione dell’assorbimento d’acqua per capillarità (Wicking Test) – UNI 11293
  • Determinazione della temperatura di rottura a freddo della rifinizione – UNI EN ISO 17233
  • Determinazione della resistenza del cuoio al calore secco – UNI EN ISO 17227
  • Determinazione della morbidezza – UNI EN ISO 17235
  • Determinazione dell’assorbimento di vapore acqueo – UNI EN ISO 17229

PROVE DI SOLIDITA’ DEL COLORE

  • Solidità del colore alla goccia d’acqua – UNI EN ISO 15700
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato – lato FIORE o lato CARNE – UNI EN ISO 15701
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato – lato FIORE + lato CARNE – UNI EN ISO 15701
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato – lato FIORE o lato CARNE in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 15701
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato – lato FIORE + lato CARNE in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 15701
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio (Veslic) prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 11640
  • Solidità del colore allo strofinio prova a SECCO o prova ad UMIDO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo strofinio prova con SUDORE SINTETICO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo strofinio prova a SECCO + prova ad UMIDO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo strofinio prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo strofinio prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo strofinio prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – QB/T 2537
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) fino a 72 ore – UNI EN ISO 105-B02
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) fino a 36 ore – UNI EN ISO 105-B02
  • Solidità del colore al sudore (acido e basico) – UNI EN ISO 11641
  • Solidità del colore all’acqua – UNI EN ISO 11642
  • Solidità del colore di piccoli campioni ai solventi – UNI EN ISO 11643
  • Solidità del colore al lavaggio a macchina – UNI EN ISO 15702
  • Solidità del colore al lavaggio delicato – UNI EN ISO 15703
  • Determinazione della resistenza alla Bagnatura Superficiale (prova dello Spruzzo) – UNI EN ISO 4920
  • Determinazione dell’idrorepellenza del cuoio per abbigliamento – (Spray Test) – UNI EN ISO 17231
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato mediante calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato (valutazione dell’appiccicosità tra materiali) fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato (valutazione dell’appiccicosità tra materiali) fino a 168h (7gg) – UNI EN ISO 17228

PROVE CHIMICHE ed ECO-TOSSICOLOGICHE

  • Preparazione dei Campioni per prove chimiche – UNI EN ISO 4044
  • Determinazione del pH – UNI EN ISO 4045
  • Determinazione dell’indice differenziale (∆pH) – UNI EN ISO 4045
  • Determinazione delle sostanze solubili in diclorometano – UNI EN ISO 4048
  • Determinazione del contenuto degli acidi grassi liberi – UNI EN ISO 4048
  • Determinazione delle sostanze volatili – UNI EN ISO 4684
  • Metodo per la determinazione dell’umidità – UNI 10741
  • Determinazione delle sostanze solubili in acqua, delle sostanze inorganiche e organiche solubili in Acqua – UNI EN ISO 4098
  • Determinazione del tenore di cromo – UNI 8480
  • Determinazione del contenuto di Cromo VI (Cromo Esavalente) – UNI EN ISO 17075
  • Determinazione del contenuto di Cromo VI (Cromo Esavalente) dopo invecchiamento per 24h a 80°C <20% U.R. – UNI EN ISO 17075
  • Determinazione del contenuto di Formaldeide. Parte 1: Metodo per cromatografia liquida ad alta risoluzione – UNI EN ISO 17226-1
  • Determinazione del contenuto di Formaldeide. – GB/T 19941
  • Determinazione del contenuto di Formaldeide. Parte 2: Metodo per analisi colorimetrica – UNI EN ISO 17226-2
  • Determinazione della formaldeide libera negli ausiliari chimici per il cuoio – UNI EN ISO 27587
  • Determinazione del contenuto di particolari coloranti Azoici nei cuoi tinti Parte 1: determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da coloranti azoici – UNI EN ISO 17234-1
  • Determinazione del contenuto di particolari coloranti Azoici nei cuoi tinti Parte 2: determinazione di 4-amminobenzene – UNI EN ISO 17234-2
  • Determinazione del contenuto di particolari coloranti Azoici nei cuoi tinti – GB/T 19942
  • Determinazione del contenuto di particolari coloranti Azoici nei cuoi tinti (4-aminobenzene) – GB/T 19942
  • Determinazione del contenuto di Pentaclorofenolo – UNI EN ISO 17070
  • Determinazione del contenuto del triclorofenolo, tetraclorofenolo, pentaclorofenolo (PCP, TeCP, TCP) – UNI EN ISO 17070
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di metallo – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di Piombo e Cadmio – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione totale di Piombo in prodotti in metallo per bambini (compresi i monili) – CPSC-CH-E1001-08.1
  • Determinazione del Piombo nelle vernici e rivestimenti simili – CPSC-CH-E1003-09.1
  • Determinazione degli ftalati – CPSC – CH-C10001-09.3
  • Determinazione del contenuto di alcuni metalli concianti su ESTRATTO ACQUOSO – UNI 10888
  • Determinazione del contenuto di metalli. Parte 1: metalli estraibili – UNI EN ISO 17072-1
  • Migrazione di alcuni elementi. Determinazione di metalli pesanti – UNI EN 71-3
  • Determinazione dei composti organici semivolatili in campioni di pelle, reflui e rifiuti dell’industria conciaria – UNI-TS 11267
  • Metodo per la determinazione delle ceneri totali e delle ceneri insolubili in acqua previa solfatazione nel cuoio – UNI 10628
  • Determinazione delle ceneri solfatate totali e delle ceneri solfatate insolubili in acqua – UNI EN ISO 4047
  • Determinazione di N-metil-2-pirrolidone (NMP) – ISO/DIS 19070
  • Metodo di prova per la determinazione dell’idrossiprolina – UNI-TS 11237
  • Metodo di prova per gli ftalati. Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI EN 15777
  • Determinazione di ftalati in materiali per calzatura: Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI CEN ISO TS 16181
  • Determinazione di composti organici dello stagno, selezionati. Metodo gascromatografico – UNI EN ISO 17353
  • Determinazione dei composti organostannici in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16179
  • Determinazione del conservante contenuto in pelle: (2-cianometiltio) -benzotiazolo (TCTMB); 4- cloro-3-metilfenolo (CMK); 2-fenilfenolo (OPP); 2-octilisotiazolone (OIT) – UNI EN ISO 13365
  • Determinazione quantitativa di Dimetilfumarato (DMFu) in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16186
  • Determinazione quantitativa di Dimetilformammide (DMFo) in materiale per calzature – ISO TS 16189
  • Determinazione della concentrazione di fenolo in materiali per calzatura – CEN/TC 309 WG 2N 285
  • Determinazione di idrocarburi clorurati nella pelle. Metodo cromatografico per paraffine clorurate a catena corta (SCCP). Cloroalcani (C10-C13) – ISO DIS 18219
  • Determinazione quantitativa di idrocarburi policiclici aromatici (PAH) nei componenti per calzatura – UNI CEN ISO TS 16190
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 1: metodo diretto, APEO (NPEO nonil fenolo etossilato, OPEO octilfenolo etossilato) – ISO DIS 18218-1
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 2: metodo indiretto AP (NP 4- nonilfenolo, OP 4-terzoctilfenolo) – ISO DIS 18218-2
  • Determinazione del perfluoroottano sulfonato (PFOS) estraibile in articoli solidi ricoperti e impregnanti, liquidi e schiuma antincendio – CEN TS 15968
Analisi su Calzature e Pelletterie

app_1Testare i materiali e le componenti che vanno a costituire il prodotto finito, così come la valutazione della scarpa completa, dà come risultato maggiori ricavi, migliore qualità, ed aumenta la soddisfazione e la fidelizzazione del cliente, incrementando il valore del brand del cliente. I consumatori che acquistano articoli in pelle optano per prodotti di qualità e che resistano all’usura. Ciò rende necessario garantire che le cinture, le scarpe, i guanti, i soprabiti e tutti le tipologie di prodotti in pelle siano privi di sostanze chimiche nocive e testati per resistere all’utilizzo di tutti i giorni e che i prodotti siano conformi ai requisiti di qualità ed alle leggi obbligatorie in vigore nei paesi di commercializzazione.

PROVE su PRODOTTO FINITO CALZATURE

  • Posizionamento del campionamento, preparazione e durata di condizionamento di campioni e provini – UNI EN 13400
  • Condizionamento per l’invecchiamento – Invecchiamento mediante calore per 5gg – UNI EN 12749
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato mediante calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Distacco Suola-Tomaio – UNI EN ISO 17708
  • Forza di distaccamento – GB/T 3903.3
  • Tenuta del Tacco – UNI EN 12785
  • Tenuta del Sopratacco al Tacco – UNI EN ISO 19958
  • Misurazione della forza dei giunti adesivi – BS 5131-1.9
  • Prova di fatica per le unità rigide e fondi di calzatura – BS 5131-5.7
  • Resistenza del sopratacco al tacco – BS 5131-5.9
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di fibbia/cinturino/fori del cinturino – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di occhielli/passanti di ogni forma – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di qualsiasi componente/accessorio (funzionale o decorativo) – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta della linguetta – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Resistenza alla rottura della catena – BS 5131-5.11
  • Determinazione della Forza della cucitura – Tomaio – BS 5131-5.13
  • Determinazione della Forza della cucitura – Fodera – BS 5131-5.13
  • Tenuta dell’attaccatura del tiretto della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore alla coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore ai fermi metallici di chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura all’altezza della coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta de sistema di bloccaggio del cursore della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore al fermo metallico su fettuccia singola della zip – BS 3084
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Isolamento termico – UNI EN ISO 20877

PROVE su COMPONENTI (TOMAIO, FODERA, SOTTOPIEDE E SOTTOPIEDE DI PULIZIA)

  • Stabilità Dimensionale – UNI EN 12800
  • Assorbimento e Deassorbimento di acqua – UNI EN 12746-A
  • Resistenza all’acqua (impermeabilità dinamica) – UNI EN 13518
  • Permeabilità al vapore d’acqua e assorbimento del vapore d’acqua – UNI EN 13515
  • Migrazione del colore – UNI EN 13517
  • Resistenza a rottura e allungamento a trazione – UNI EN 13522
  • Resistenza all’abrasione MARTINDALE prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN 13520, ISO 17704
  • Resistenza all’abrasione MARTINDALE prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN 13520, ISO 17704
  • Resistenza alla perspirazione – UNI EN 12801
  • Resistenza alla lacerazione – UNI EN 13571
  • Resistenza alla flessione prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN 13512
  • Resistenza alla flessione prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN 13512
  • Metodi di prova per tomaia e fodera – Flex resistenza prova a SECCO o prova ad UMIDO – ISO/DIS 17694
  • Metodi di prova per tomaia e fodera – Flex resistenza prova a SECCO o prova ad UMIDO – ISO/DIS 17694
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 22288
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 17700-A, UNI EN ISO 17700-B
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Forza di cucitura – UNI EN 13572-A
  • Forza di cucitura – ISO 17697-A
  • Resistenza all’Usura – UNI EN 12747
  • Attitudine al montaggio – UNI EN ISO 17693
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato mediante calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) – UNI EN ISO 105-B02
  • Determinazione della morbidezza – UNI EN ISO 17235
  • Metodi di prova per tomaie – resistenza delaminazione – ISO/DIS 17698

PROVE su COMPONENTI (SUOLE, TACCHI, SOPRATACCHI, LACCI, CERNIERE, ACCESSORI)

  • Determinazione della durezza per penetrazione di un durometro (Durezza SHORE) TACCO, SOPRATACCO E SUOLA – UNI EN ISO 868
  • Determinazione della durezza. Metodo durometro. Durezza shore – ISO 7619-1
  • Comportamento ad alte temperature – UNI EN 13519
  • Determinazione della MASSA VOLUMICA SUOLE – Gomma, vulcanizzata o termoplastica – UNI ISO 2781
  • Determinazione della massa volumica apparente SUOLE in Cuoio – UNI EN ISO 2420
  • Condizionamento per l’invecchiamento (prova abbinata ad altra prova fisico-meccanica) – UNI EN 12749
  • Resistenza all’abrasione SUOLE – UNI EN 12770
  • Determinazione della resistenza all’abrasione mediante dispositivo a tamburo cilindrico rotante – UNI ISO 4649
  • Resistenza alla flessione – GB/T 3903.1
  • Resistenza all’abrasione – GB/T 3903.2
  • Determinazione della resistenza dei materiali elastici per le calzature all’estensione ripetuta – Resistenza alla fatica – UNI EN ISO 10768
  • Resistenza alla lacerazione SUOLE – UNI EN 12771
  • Misurazione dell’energia di compressione – UNI EN 12743
  • Tenuta ai chiodi per tacchi – UNI EN 12745
  • Resistenza all’IMPATTO LATERALE – UNI EN ISO 19953
  • Determinazione alla resistenza alla delaminazione e al distacco tra gli strati – SUOLE – UNI EN 12774
  • Resistenza alla delaminazione – UNI EN 13514
  • Resistenza a rottura spontanea per flessione di materiali elastomerici e plastici per suole per calzature – Metodo della Cinghia (BELT FLEX) – UNI 11249
  • Resistenza alla formazione e all’incremento di rotture – flessione con il metodo della Cinghia (BELT FLEX) – UNI EN ISO 16177
  • Resistenza alla flessione (Bata Belt) – UNI EN ISO 17707
  • Resistenza allo strappo per punto di cucitura – UNI EN 12782
  • Metodi di prova per cambriglioni. Resistenza alla fatica – UNI EN 12958
  • Resistenza alla Trazione ed all’allungamento – UNI EN 12803
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) – UNI EN ISO 105-B02
  • Resistenza alla Fatica (urti ripetuti) – TACCHI – UNI EN ISO 19956
  • Resistenza all’inchiodatura (estrazione del Chiodo) – TACCHI (Solo su Tacchi previamente inchiodati) – UNI EN ISO 19957
  • Resistenza all’Abrasione LACCI – UNI EN ISO 22774
  • Resistenza alla Corrosione – ossidazione da Solfuri – UNI EN ISO 22775-1
  • Resistenza alla Corrosione – corrosione salina – UNI EN ISO 22775-2
  • Prova di quadrettatura (per ACCESSORI METALLICI VERNICIATI) – UNI EN ISO 2409
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato con calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) conCalore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido mediante calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) mediante Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 4611
  • Metodi di prova per chiusure lampo – Resistenza ai danni durante la chiusura sotto una forza laterale – ISO/DIS 18403
  • Metodo di prova per chiusure lampo – Forza di estrattori slitta di fissaggio – ISO/DIS 10734
  • Metodo di prova per chiusure lampo – Resistenza di fissaggio di fine corsa – ISO/DIS 10750
  • Metodi di prova per chiusure lampo – Resistenza all’apertura e chiusura ripetute – ISO/DIS 10751
  • Metodi di prova per chiusure lampo – forza laterale – ISO/DIS 10764
  • Tenuta dell’attaccatura del tiretto della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore alla coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore ai fermi metallici di chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura all’altezza della coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta de sistema di bloccaggio del cursore della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore al fermo metallico su fettuccia singola della zip – BS 3084
  • Metodo di prova per chiusure lampo – Resistenza allo scoppio – UNI EN ISO 10717
  • Resistenza di bloccaggio del cursore della zip – UNI EN ISO 10748
  • Metodi di prova per accessori chiusure a strappo. Resistenza al taglio prima e dopo chiusure ripetute – UNI EN ISO 22776
  • Simulazione dell’usura e della corrosione per la determinazione del rilascio di nichel da articoli ricoperti – UNI EN 12472
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di metallo – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione del contenuto di Metalli. Parte 2: Contenuto totale di Piombo e Cadmio – UNI EN ISO 17072-2
  • Determinazione totale di Piombo in prodotti in metallo per bambini (compresi i monili) – CPSC-CH-E1001-08
  • Determinazione del Piombo nelle vernici e rivestimenti simili – CPSC-CH-E1003-09.1
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di metalli – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di Piombo e Cadmio – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Determinazione del contenuto di metalli. Parte 1: metalli estraibili – UNI EN ISO 17072-1
  • Migrazione di alcuni elementi. Determinazione di metalli pesanti – UNI EN 71-3
  • Metodo di prova per gli ftalati. Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI EN 15777
  • Determinazione di ftalati in materiali per calzatura: Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) – UNI CEN ISO TS 16181
  • Determinazione dei composti organostannici in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16179
  • Determinazione quantitativa di Dimetilfumarato (DMFu) in materiali per calzature – UNI CEN ISO TS 16186
  • Determinazione quantitativa di Dimetilformammide (DMFo) in materiale per calzature – ISO TS 16189
  • Determinazione quantitativa di idrocarburi policiclici aromatici (PAH) nei componenti per calzatura – UNI CEN ISO TS 16190
  • Determinazione di N-nitrosammine – GB/T 24153
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 1: metodo diretto, APEO (NPEO nonil fenolo etossilato, OPEO octilfenolo etossilato) – ISO DIS 18218-1
  • Determinazione di alchilfenoli etossilati. Parte 2: metodo indiretto AP (NP 4- nonilfenolo, OP 4-terzoctilfenolo) – ISO DIS 18218-2
  • Determinazione delle sostanze solubili in acqua – UNI EN ISO 20869
  • Attività antibatterica – ISO/DIS 16187

PROVE su PRODOTTO FINITO PELLETTERIA

  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato migrazione tra componenti – lato FIORE/dritto o lato CARNE/rovescio – UNI EN ISO 15701, IUF 442
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato migrazione tra componenti – lato FIORE/dritto + lato CARNE/rovescio in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 15701, IUF 442
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile migrazione tra componenti – lato FIORE/dritto o lato CARNE/rovescio – UNI EN ISO 105-X10
  • Valutazione della migrazione dei colori dei tessili nei rivestimenti di policloruro di vinile migrazione tra componenti – lato FIORE/dritto + lato CARNE/rovescio in CAMERA CLIMATICA con Calore ed Umidità elevata – UNI EN ISO 105-X10
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova a SECCO o prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova a SECCO + prova ad UMIDO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova a SECCO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova a UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Solidità del colore allo sfregamento (Crocking) – prova a SECCO + prova ad UMIDO + prova con SUDORE SINTETICO – UNI EN ISO 105-X12, UNI EN ISO 20433
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato con calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) – UNI EN ISO 105-B02
  • Bottoni – BS 4162
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta del manico (Verticale) – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta del manico (Perpendicolare – “Turned Mode”) – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta della tracolla – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di fibbia/cinturino/fori al cinturino – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di occhielli/passanti di ogni forma – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta di qualsiasi componente/accessorio (funzionale o decorativo) – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta della linguetta – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Resistenza alla rottura della catena – BS 5131-5.11
  • Determinazione della resistenza a trazione. Tenuta del laccetto da polso – BS 5131-5.11
  • Determinazione della Forza della cucitura – Corpo Borsa – BS 5131-5.13
  • Determinazione della Forza della cucitura – Fodera – BS 5131-5.13
  • Tenuta dell’attaccatura del tiretto della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore alla coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore ai fermi metallici di chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura all’altezza della coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta de sistema di bloccaggio del cursore della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore al fermo metallico su fettuccia singola della zip – BS 3084
  • Determinazione della resistenza alla flessione con il metodo “VAMP-FLEX” prova a SECCO – UNI EN ISO 22288
  • Metodo di prova per Shaking Impact (trazione ripetuta attraverso impatto per agitazione) – QB/T 2922
Analisi su Accessori (Metallici, Plastici, etc..)

app_1

In risposta ai continui cambiamenti delle normative riguardanti gli accessori e alle sempre più crescenti aspettative dei consumatori, è essenziale per i retailer e importatori che i loro accessori vengano valutati e testati per risultare conformi agli standard appropriati. Pertanto è consigliabile effettuare prove su componenti come zip, fodere, interfodere e bottoni per valutare le performance degli accessori prima di entrare nel processo di produzione utilizzando prove di solidità al lavaggio a secco, di solidità delle tinte e alla luce, di resistenza alle gocce d’acqua, adesione, prove di sfregamento (Veslic) su indumenti finiti e materiali.

PROVE DI CORROSIONE E INVECCHIAMENTO

  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido Esposizione al calore umido -“tropical Test” fino a massimo 96 ore di esposizione – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umidoValutazione Aderenza rivestimento 24h a 60°C e 85%U.R.; 24h a -20°C; 24h a 60°C e 85%U.R.; 24h a -20°C – UNI EN ISO 4611
  • Determinazione degli effetti della esposizione al calore umido Esposizione al calore umido -“tropical Test” Fino a massimo 96 ore di esposizione – UNI EN ISO 4611
  • Resistenza alla Corrosione – ossidazione da Solfuri – UNI EN ISO 22775-1
  • Resistenza alla Corrosione – corrosione salina – UNI EN ISO 22775-2
  • Prova di corrosione alla tioacetammide (prova TAA) – UNI EN ISO 4538
  • Prove in nebbia salina – UNI EN ISO 9227
  • Resistenza alla corrosione, adesione, spessore e il titolo dei rivestimenti – NF S80-772

PROVE FISICO-MECCANICHE

  • Determinazione della resistenza a trazione (specificare modalità e scopo della trazione) – BS 5131-5.11
  • Determinazione della finezza, spessore, resistenza alla corrosione e adesione – ISO 3160-2
  • Forza di rottura delle fibbie: tre punti di flessione (solo per fibbie) – SATRA TM 141
  • Tenuta dell’attaccatura del tiretto della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore alla coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore ai fermi metallici di chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura della zip – BS 3084
  • Tenuta laterale della cerniera in chiusura all’altezza della coppa della zip – BS 3084
  • Tenuta de sistema di bloccaggio del cursore della zip – BS 3084
  • Tenuta del cursore al fermo metallico su fettuccia singola della zip – BS 3084
  • Prova della durezza. Metodo delle matite – UNI 10782
  • Prova di quadrettatura (per accessori verniciati) – UNI EN ISO 2409
  • Metodo di prova per BOTTONI resistenza a trazione – BS 4162
  • Metodo di prova per BOTTONI impatto – BS 4162

PROVE DI SOLIDITA’ DEL COLORE DELLA FINITURA

  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) Fino a massimo 72 ore di esposizione – UNI EN ISO 105-B02
  • Solidità del colore al lavaggio domestico e commerciale – UNI EN ISO 105-C06
  • Solidità del colore al lavaggio a secco utilizzando solvente percloroetilene – UNI EN ISO 105-D01
  • Solidità del colore alla migrazione nel poli (vinil cloruro) plastificato – UNI EN ISO 15701
  • Solidità del colore all’acqua di mare – UNI EN ISO 105-E02
  • Solidità del colore alla sudore – UNI EN ISO 105-E04
  • Solidità del colore all’acqua clorata (acqua di piscina) – UNI EN ISO 105-E03
  • Prova di porosità dei rivestimenti elettrolitici su rame e sue leghe – UNI 4524-94

PROVE DI USURA

  • Simulazione dell’usura e della corrosione per la determinazione del rilascio di nichel da articoli ricoperti – UNI EN 12472
  • Solidità del colore allo sfregamento (secco con abradente lana ISO 12947-2) – UNI EN ISO 17700-B

PROVE CHIMICHE, ECO-TOSSICOLOGICHE

  • Metodo di prova di riferimento per il rilascio di nichel da tutte le parti che vengono inserite in parti perforate del corpo umano e da articoli destinati a venire in contatto diretto e prolungato con la pelle – UNI EN 1811
  • Determinazione del rilascio di nichel. Metodo spettrofotometrico – GB/T 19719
  • Determinazione del cromo VI – 1.5- difenilcarbazide – metodo spettrofotometrico – GB/T 28019
  • Usura pretrattamento accessori verniciati + Metodo di prova di riferimento per il rilascio di nichel da tutte le parti che vengono inserite in parti perforate del corpo umano e da articoli destinati a venire in contatto diretto e prolungato con la pelle – UNI EN 12472, UNI EN 1811
  • Metodo di prova per gli ftalati. Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) per accessori plastici / plexiglass, pvc, e vernici – UNI EN 15777 (UNI EN ISO 14389)
  • Determinazione di ftalati in materiali per calzatura: Dibutil ftalato (DBP); Butil Benzil ftalato (BBP); Bis-(2-etilesil) ftalato (DEHP); Di-n-octil ftalato (DNOP); di-iso-nonilftalato (DINP); di-iso-decil ftalato (DIDP); diisobutil ftalato (DIBP); Di-n-esil ftalato (DNHP); diisoesil ftalato (DIHP); diundecil ftalato (DHNUP) per accessori plastici / plexiglass, pvc, e vernici – UNI CEN ISO TS 16181
  • Determinazione dei composti organostannici in materiali per calzature per accessori plastici / plexiglass, pvc, e vernici – UNI CEN ISO/TS 16179
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di metalli Es. Contenuto totale di MERCURIO, ARSENICO – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Metodi di prova per la valutazione dei criteri ecologici. Determinazione del contenuto totale di metalli. Contenuto totale di PIOMBO, CADMIO – UNI EN 14602 + ISO 17294-2
  • Metodi di prova per rivestimenti elettrolitici di oro e leghe di oro Parte 2: Prove ambientali con flussi di miscele di gas (MFG) – UNI ISO 4524-2
  • Metalli pesanti – Estratti in soluzione di sudore artificiale: ANTIMONIO, ARSENICO, CADMIO, COBALTO, RAME, PIOMBO, MERCURIO, NICKEL – ISO 105-E04 + ISO 17294-2
  • Migrazione di alcuni elementi. Determinazione di metalli pesanti – UNI EN 71-3
  • Determinazione del piombo totale in monili non di metallo per bambini – CPSC – CH – E1002-08
  • Determinazione del cadmio estraibile in monili di metallo per bambini – CPSC – CH – E10004-11
  • Determinazione del cadmio. Metodo della decomposizione per via umida – UNI EN 1122
  • Requisiti di sicurezza e prove. Determinazione del contenuto degli ftalati – UNI EN 14372

PROVE su ADESIVI per CALZATURA / PELLETTERIA

  • Solidità del colore alla luce artificiale: Prova con lampada ad arco allo Xeno (XENOTEST) fino a 72H – Su adesivo seccato a 105°C – UNI EN ISO 105-B02
  • Metodo di prova per la misurazione del potere adesivo in condizioni specificate – UNI EN 1392
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato con calore fino a 96h (4gg) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 96h (4gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 168h (7gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
  • Cambiamento del colore mediante invecchiamento accelerato in CAMERA CLIMATICA fino a 240h (10gg) con Calore ed Elevata Umidità (Tropical Test) – UNI EN ISO 17228
Hai bisogno di una Consulenza per Test o Analisi di Laboratorio?

Attraverso il modulo sottostante potrai richiedere una consulenza per effettuare test di laboratorio direttamente al reparto di analisi

Seguici su:
Analisi Laboratorio ultima modifica: 2015-04-11T14:28:24+00:00 da Fabrizio Fava

Send this to friend